Stiamo cercando tra le nostre offerte

Loader Image

Escursione Altopiano del Golgo - Cala Goloritze

Il viaggio comincia dal piccolo paese di Baunei, sulla costa orientale della Sardegna, da cui, in macchina, ci si dirige verso l'Altopiano del Golgo, un incantevole punto d'osservazione del territorio circostante: da qui si può immediatamente notare “Su Sterru”, chiamato anche “Voragine del Golgo”, l'impressionante voragine più profonda d'Europa. Dopo una decina di km di stretti tornanti, si può parcheggiare l'auto in uno spiazzo apposito (durante l'estate è a pagamento), quindi imboccare la discesa per il Bacu Goloritzè: è opportuno indossare delle buone scarpe da trekking in quanto buona parte del percorso è composto da ciottoli.

L'impatto iniziale lascia letteralmente a bocca aperta, con la vista del canalone e del mare azzurro sullo sfondo; colpisce anche il paesaggio aspro e semi lunare creato da vaste distese di ciottolato dove solo qualche ginepro riesce a contrastare il loro bianco. Tra suggestivi rifugi di pastori e tronchi di alberi secolari in mezzo alla strada, si arriva ad un arco di roccia naturale, superato il quale comincia ad intravedersi la punta della Guglia, un torrione di roccia calcarea alto circa 120 metri. La discesa prosegue e il silenzio del luogo continua ad imperare, interrotto soltanto dai passi delle caprette che si arrampicano sulle rocce in cerca di cibo. Ecco che, ad un certo punto, si apre davanti agli occhi Cala Goloritzè, con la piccola spiaggia costituita da ciottoli minuscoli e levigati e il mare cristallino colorato di tutte le varietà di azzurro possibili e immaginabili. La cala è delimitata da altissime pareti verticali ed è caratterizzata dalla presenza di un singolare arco di roccia naturale sul mare, oltre che dalla Guglia che domina incontrastata il territorio.

I tempi di percorrenza per questo itinerario sono di circa 1.30 ore per l'andata e 2 per il rientro. 

footer