Stiamo cercando tra le nostre offerte

Loader Image

I 10 luoghi da visitare assolutamente in Ogliastra

Visitare l'Ogliastra significa scoprire la Sardegna più selvaggia ed incontaminata e, probabilmente, anche la più bella. Parte della bellezza di questa zona è dovuta anche al fatto che è una meta ancora lontana dai circuiti turistici di massa e questo la rende ancora più apprezzabile. Qui, meglio che in qualunque altra zona costiera della Sardegna, il mare si fonde armoniosamente con la montagna creando paesaggi e scorci unici al mondo. Anche le aree dell'interno celano grandi sorprese, che ora vi sveliamo nell'elenco dei 10 luoghi da visitare assolutamente in Ogliastra:
Grotta del Fico
Si trova nel territorio di Baunei ed è considerata una delle più belle della Sardegna. Si apre lungo una parete calcarea a 10 metri dal livello del mare ed è possibile visitarla grazie una delle tante gite in barca organizzate. Lo spettacolo al suo interno è davvero unico: stalattiti, stalagmiti e colonne, luci e trasparenze vi regaleranno un'esperienza incredibile.
Cala Goloritzé
Per molti è la spiaggia più bella della Sardegna, per tutti è semplicemente un paradiso. Si raggiunge via terra con un percorso a piedi di circa un'ora e mezzo che si snoda tra macchia mediterranea, grossi massi e capanne di pastori; via mare con le gite oraganizzate (ma le barche non possono oltrepassare i 300 metri dalla riva). Rimarrete a bocca aperta quando vedrete l'enorme guglia rocciosa che la sovrasta e l'arco di pietra sul mare.
Cascate di Rio 'e Forru
Si trovano tra Arzana e Villagrande Strisaili e il nostro consiglio è di visitarle con una bella escursione nella Gola di Pirincanes: vi troverete davanti ad una massa d'acqua impetuosa che cade da altissime pareti per riversarsi nel Flumendosa.
Tacchi di Ogliastra
Si tratta di monti chiamati così per la tipica conformazione simile ad un tacco di scarpa. In Ogliastra ce ne sono tanti  ma il più celebre di tutti è il Perda Liana, nel comune di Gairo. Oltre ad ammirare dei paesaggi unici avrete la possibilità di scoprire alcuni insediamenti nuragici davvero suggestivi come Serbissi, Sanu, Urceni, Mela, Is Coccorronis, Su Samuccu e Pranu.
Grotta del Bue Marino
Deve il suo nome all'appellativo in sardo dato alla foca monaca, che un tempo vi abitava. Raggiungibile soltanto via mare, è ricca di stalattiti e stalagmiti che si specchiano in un ampio lago sotterraneo salato che crea degli effetti cromatici davvero stupefacenti.
Cala Mariolu
Chiamata in sardo Ispùligi de nie (come pulci fatte di neve) per via dei sassolini bianchissimi che formano la spiaggia, è un vero e proprio paradiso: dall'acqua color turchese spuntano enormi massi bianchi, come guardiani posti a difesa del luogo. Il modo più accessibile per raggiungerla  è via mare con una delle tante imbarcazioni che effettuano gite organizzate.
Su Gorropu
Questo spettacolare canyon ubicato tra i comuni di Urzulei ed Orgosolo, detiene il record di canyon più grande d'Europa. Alto circa 500 metri e largo da poche decine a 4 metri, questo capolavoro della natura si è formato dall'erosione del Rio Flumineddu. Se siete amanti del trekking e delle escursioni non potete perdervelo: dopo aver percorso un sentiero di 12 km con un dislivello di 200 metri, vi troverete davanti un incredibile scenario.
Scala di San Giorgio
Questa gola chesi trova in prossimità del cosiddetto Taccu di Osini, è costituita da diverse fratture delle masse rocciose, la più profonda delle quali, Sa Brecca 'e Usala, arriva a quasi 100 metri. Dalla punta più alta, chiamata S'assa e su Casteddu, si può ammirare un panorama mozzafiato che si estende dalla Vallata del Rio Pardu al paese abbandonato di Osini.
Capo Bellavista e le rocce rosse di Arbatax
Su questo imponente promontorio granitico sorge la graziosa cittadina di Arbatax. Qui si può ammirare il faro e la pittoresca Torre di Arbatax, risalente al XVII secolo, oltre ad un panorama incredibile. Accanto al porto di Arbatax si possono ammirare le suggestive rocce rosse che affiorano dal mare e che danno il nome al festival di blues più importante e famoso in Sardegna che si svolge ogni anno d'estate.
Grotta Su Marmuri
Questa grotta, considerata una delle più imponenti d'Europa, si trova nel territorio del comune di Ulassai e per raggiungerla bisogna attraversare una suggestiva strada fra rocce calcaree e profonde gole. La discesa verso la grotta è impressionante: 200 scalini che si snodano tra stalagmiti e colate ricche di festoni che pendono dalle pareti.
Se vi stuzzica l'idea di scoprire gli splendidi paesaggi dell'Ogliastra il nostro consiglio è di affittare una casa vacanze a Cala Gonone oppure una casa vacanze a Arbatax anche per poter approfittare delle tante escursioni in barca alle cale ogliastrine, che partono proprio dai porti di queste due località.

Visitare l'Ogliastra significa scoprire la Sardegna più selvaggia ed incontaminata e, probabilmente, anche la più bella. Parte della bellezza di questa zona è dovuta anche al fatto che è una meta ancora lontana dai circuiti turistici di massa e questo la rende ancora più apprezzabile. Qui, meglio che in qualunque altra zona costiera della Sardegna, il mare si fonde armoniosamente con la montagna creando paesaggi e scorci unici al mondo. Anche le aree dell'interno celano grandi sorprese, che ora vi sveliamo nell'elenco dei 10 luoghi da visitare assolutamente in Ogliastra:

Grotta del Fico
Si trova nel territorio di Baunei ed è considerata una delle più belle della Sardegna. Si apre lungo una parete calcarea a 10 metri dal livello del mare ed è possibile visitarla grazie una delle tante gite in barca organizzate. Lo spettacolo al suo interno è davvero unico: stalattiti, stalagmiti e colonne, luci e trasparenze vi regaleranno un'esperienza incredibile.

Cala Goloritzé
Per molti è la spiaggia più bella della Sardegna, per tutti è semplicemente un paradiso. Si raggiunge via terra con un percorso a piedi di circa un'ora e mezzo che si snoda tra macchia mediterranea, grossi massi e capanne di pastori; via mare con le gite oraganizzate (ma le barche non possono oltrepassare i 300 metri dalla riva). Rimarrete a bocca aperta quando vedrete l'enorme guglia rocciosa che la sovrasta e l'arco di pietra sul mare.

Cascate di Rio 'e Forru
Si trovano tra Arzana e Villagrande Strisaili e il nostro consiglio è di visitarle con una bella escursione nella Gola di Pirincanes: vi troverete davanti ad una massa d'acqua impetuosa che cade da altissime pareti per riversarsi nel Flumendosa.

Tacchi di Ogliastra
Si tratta di monti chiamati così per la tipica conformazione simile ad un tacco di scarpa. In Ogliastra ce ne sono tanti  ma il più celebre di tutti è il Perda Liana, nel comune di Gairo. Oltre ad ammirare dei paesaggi unici avrete la possibilità di scoprire alcuni insediamenti nuragici davvero suggestivi come Serbissi, Sanu, Urceni, Mela, Is Coccorronis, Su Samuccu e Pranu.

Grotta del Bue Marino
Deve il suo nome all'appellativo in sardo dato alla foca monaca, che un tempo vi abitava. Raggiungibile soltanto via mare, è ricca di stalattiti e stalagmiti che si specchiano in un ampio lago sotterraneo salato che crea degli effetti cromatici davvero stupefacenti.

Cala Mariolu
Chiamata in sardo Ispùligi de nie (come pulci fatte di neve) per via dei sassolini bianchissimi che formano la spiaggia, è un vero e proprio paradiso: dall'acqua color turchese spuntano enormi massi bianchi, come guardiani posti a difesa del luogo. Il modo più accessibile per raggiungerla  è via mare con una delle tante imbarcazioni che effettuano gite organizzate.

Su Gorropu
Questo spettacolare canyon ubicato tra i comuni di Urzulei ed Orgosolo, detiene il record di canyon più grande d'Europa. Alto circa 500 metri e largo da poche decine a 4 metri, questo capolavoro della natura si è formato dall'erosione del Rio Flumineddu. Se siete amanti del trekking e delle escursioni non potete perdervelo: dopo aver percorso un sentiero di 12 km con un dislivello di 200 metri, vi troverete davanti un incredibile scenario.

Scala di San Giorgio
Questa gola chesi trova in prossimità del cosiddetto Taccu di Osini, è costituita da diverse fratture delle masse rocciose, la più profonda delle quali, Sa Brecca 'e Usala, arriva a quasi 100 metri. Dalla punta più alta, chiamata S'assa e su Casteddu, si può ammirare un panorama mozzafiato che si estende dalla Vallata del Rio Pardu al paese abbandonato di Osini.

Capo Bellavista e le rocce rosse di Arbatax
Su questo imponente promontorio granitico sorge la graziosa cittadina di Arbatax. Qui si può ammirare il faro e la pittoresca Torre di Arbatax, risalente al XVII secolo, oltre ad un panorama incredibile. Accanto al porto di Arbatax si possono ammirare le suggestive rocce rosse che affiorano dal mare e che danno il nome al festival di blues più importante e famoso in Sardegna che si svolge ogni anno d'estate.

Grotta Su Marmuri
Questa grotta, considerata una delle più imponenti d'Europa, si trova nel territorio del comune di Ulassai e per raggiungerla bisogna attraversare una suggestiva strada fra rocce calcaree e profonde gole. La discesa verso la grotta è impressionante: 200 scalini che si snodano tra stalagmiti e colate ricche di festoni che pendono dalle pareti.

Se vi stuzzica l'idea di scoprire gli splendidi paesaggi dell'Ogliastra il nostro consiglio è di affittare una casa vacanze a Cala Gonone oppure una casa vacanze a Arbatax anche per poter approfittare delle tante escursioni in barca alle cale ogliastrine, che partono proprio dai porti di queste due località.

 

 

Facebook Twitter Google LinkedIn Email
footer