Stiamo cercando tra le nostre offerte

Loader Image

Gli 8 panorami piu belli da ammirare in Sardegna

Vacanze di coppia in Sardegna? Allora questo post fa ancora di più al caso vostro, ma interessa comunque tutti coloro che amano godersi i bei panorami, magari al tramonto, quando la natura assume un fascino particolare. Perciò, sia che stiate cercando il luogo perfetto per fare la vostra dichiarazione d'amore o magari di matrimonio, oppure vogliate semplicemente cogliere la bellezza assoluta, ecco gli 8 panorami più belli da ammirare in Sardegna:
Capo Caccia. Se siete ad Alghero non dovete assolutamente perdervi il meraviglioso panorama che potete ammirare dai bastioni del centro storico: davanti a voi si apre la baia di Porto Conte, di un azzurro intenso, sulla quale spicca l'imponente promontorio di Capo Caccia, la cui roccia bianca riflette i raggi del sole creando dei suggestivi giochi di luce. Particolarmente affascinante al tramonto, quando è anche possibile osservare i falchi che volteggiano nell'aria.
Belvedere di Nebida. Da questo piccolo sentiero circondato da fiori, si può osservare un panorama mozzafiato: la scogliera a picco sul mare, che nella parte inferiore ospita i resti della Laveria La Marmora, uno dei complessi minerari più interessanti della Sardegna, apre lo scenario per il Golfo del Leone, con lo spettacolare faraglione di Pan di Zucchero. Durante l'estate è aperto un piccolo ristorante proprio sul belvedere, perfetto per una cena romantica. Il panorama è incredibilmente bello anche durante l'inverno, quando si può ammirare la furia delle onde che si infrangono sugli scogli.
Belvedere di Capo Sandalo. Da questa incantevole scogliera a strapiombo sul mare, sulla punta più occidentale dell'isola di San Pietro, si può ammirare un mare limpidissimo che abbraccia la piccola isola del Corno. Il faro omonimo dona al luogo un'atmosfera d'altri tempi.
Capo San Marco. Questo promontorio, parte terminale della Penisola del Sinis, domina l'antica città fenicia di Tharros e ospita il suggestivo faro omonimo. Da qui si può ammirare un panorama stupendo, che comprende anche la selvaggia isola di Mal di Ventre. Nel tratto di costa sottostante il promontorio, potete ammirare gli incredibili giochi di luce creati dalle tessere colorate di epoca fenicia.
Punta Scorno. Questo scorcio di Sardegna selvaggia e solitaria si trova nell'estremità nord dell'isola dell'Asinara, dominato da un'antica torre del Seicento oggi adibita a faro. Da qui si possono contemplare falesie sul mare, baie spettacolari, magnifiche baie e, nelle giornate più serene, persino le coste della Corsica.
Giara di Gesturi. Per ammirare tutta la bellezza e la vastità di questo incredibile parco situato a circa 80 chilometri da Cagliari occorre salire sul Monte Zepparedda, il punto più alto di questo altopiano: da qui la macchia mediterranea si perde a vista d'occhio e l'acqua delle paludi che punteggiano il parco sono come specchi che riflettono il cielo. Per apprezzare al meglio questo panorama consigliamo di visitare il parco della Giara in primavera, quando la vegetazione è rigogliosa e le ninfee colorano le paludi. Ad impreziosire lo scenario ci sono i selvaggi ed indomabili cavallini della Giara, unici nella loro specie e simbolo di libertà che evoca questo territorio.
Monti dei Sette Fratelli. Il punto privilegiato per godere di una magnifica vista in quest'area è il Monte Genis: vi troverete circondati da boschi, pareti a strapiombo, profonde gole e dolci valli fluviali. Il senso di libertà che trasmette l'atmosfera è stupefacente.
Valle di Lanaitho. Ci troviamo nel territorio di Oliena, nel cosiddetto Supramonte. Dal Monte Tiscali, nel quale sorge lo spettacolare villaggio preistorico di Tiscali, raggiungibile attraverso un singolare finestrone naturale nella montagna, si può ammirare la splendida Valle di Lanaitho: sembra quasi che la vegetazione si sia fatta strada prepotentemente in mezzo alle aspre montagne, un autentico capolavoro della natura.

Vacanze di coppia in Sardegna? Allora questo post fa ancora di più al caso vostro, ma interessa comunque tutti coloro che amano godersi i bei panorami, magari al tramonto, quando la natura assume un fascino particolare. Perciò, sia che stiate cercando il luogo perfetto per fare la vostra dichiarazione d'amore o magari di matrimonio, oppure vogliate semplicemente cogliere la bellezza assoluta, ecco gli 8 panorami più belli da ammirare in Sardegna:
Capo Caccia. Se siete ad Alghero non dovete assolutamente perdervi il meraviglioso panorama che potete ammirare dai bastioni del centro storico: davanti a voi si apre la baia di Porto Conte, di un azzurro intenso, sulla quale spicca l'imponente promontorio di Capo Caccia, la cui roccia bianca riflette i raggi del sole creando dei suggestivi giochi di luce. Particolarmente affascinante al tramonto, quando è anche possibile osservare i falchi che volteggiano nell'aria.
Belvedere di Nebida. Da questo piccolo sentiero circondato da fiori, si può osservare un panorama mozzafiato: la scogliera a picco sul mare, che nella parte inferiore ospita i resti della Laveria La Marmora, uno dei complessi minerari più interessanti della Sardegna, apre lo scenario per il Golfo del Leone, con lo spettacolare faraglione di Pan di Zucchero. Durante l'estate è aperto un piccolo ristorante proprio sul belvedere, perfetto per una cena romantica. Il panorama è incredibilmente bello anche durante l'inverno, quando si può ammirare la furia delle onde che si infrangono sugli scogli.
Belvedere di Capo Sandalo. Da questa incantevole scogliera a strapiombo sul mare, sulla punta più occidentale dell'isola di San Pietro, si può ammirare un mare limpidissimo che abbraccia la piccola isola del Corno. Il faro omonimo dona al luogo un'atmosfera d'altri tempi.
Capo San Marco. Questo promontorio, parte terminale della Penisola del Sinis, domina l'antica città fenicia di Tharros e ospita il suggestivo faro omonimo. Da qui si può ammirare un panorama stupendo, che comprende anche la selvaggia isola di Mal di Ventre. Nel tratto di costa sottostante il promontorio, potete ammirare gli incredibili giochi di luce creati dalle tessere colorate di epoca fenicia.
Punta Scorno. Questo scorcio di Sardegna selvaggia e solitaria si trova nell'estremità nord dell'isola dell'Asinara, dominato da un'antica torre del Seicento oggi adibita a faro. Da qui si possono contemplare falesie sul mare, baie spettacolari, magnifiche baie e, nelle giornate più serene, persino le coste della Corsica.
Giara di Gesturi. Per ammirare tutta la bellezza e la vastità di questo incredibile parco situato a circa 80 chilometri da Cagliari occorre salire sul Monte Zepparedda, il punto più alto di questo altopiano: da qui la macchia mediterranea si perde a vista d'occhio e l'acqua delle paludi che punteggiano il parco sono come specchi che riflettono il cielo. Per apprezzare al meglio questo panorama consigliamo di visitare il parco della Giara in primavera, quando la vegetazione è rigogliosa e le ninfee colorano le paludi. Ad impreziosire lo scenario ci sono i selvaggi ed indomabili cavallini della Giara, unici nella loro specie e simbolo di libertà che evoca questo territorio.
Monti dei Sette Fratelli. Il punto privilegiato per godere di una magnifica vista in quest'area è il Monte Genis: vi troverete circondati da boschi, pareti a strapiombo, profonde gole e dolci valli fluviali. Il senso di libertà che trasmette l'atmosfera è stupefacente.
Valle di Lanaitho. Ci troviamo nel territorio di Oliena, nel cosiddetto Supramonte. Dal Monte Tiscali, nel quale sorge lo spettacolare villaggio preistorico di Tiscali, raggiungibile attraverso un singolare finestrone naturale nella montagna, si può ammirare la splendida Valle di Lanaitho: sembra quasi che la vegetazione si sia fatta strada prepotentemente in mezzo alle aspre montagne, un autentico capolavoro della natura.

 

 

Facebook Twitter Google LinkedIn Email
footer